La Formazione è una “storia” iniziata nel 2012, a seguito di alcune riflessioni sul significato di “competenza” e su come nel corso degli anni” il pensiero e l’agire competente” abbia subito cambiamenti che avevano bisogno di una revisione profonda e di innesti nuovi per affrontare al meglio la quotidiana sfida educativa. Sono nati percorsi di formazione che affrontano tematiche dai contenuti e dalle argomentazioni diverse, mai però scollegati dalle esperienze provate sul campo come insegnante e come pedagogista. La caratteristica unica della mia formazione è quella di mantenere sempre in prima linea vuoi per “formae mentis“ o perché la considero una chiave “magica” la Narrazione o per meglio dire il pensiero narrativo. Ricordo che Bruner ripeteva spesso che noi “siamo fatti di storie”.
L’elenco dei corsi è lungo, ma resta, in primo piano, il corso di Tecniche Narrative perché mi ha permesso di riscoprire la genialità e la modernità del pensiero scientifico montessoriano che ho applicato alla narrazione creando dei mediatori narrativi molto suggestivi in particolari tra tutti: le scatole narrative e le strisce narrative. Negli ultimi tempi ho riflettuto e studiato gli effetti che la tecnologia riverbera sulla vita di ognuno di noi e inevitabilmente come i bambini, oggi, diventati nativi digitali, ne siano affascinanti, precocissimi abitanti di un mondo sempre più virtuale. Se si vuole parlar di educazione e di servizi educativi è chiaro che sarebbe deleterio non discutere e ragionare su quella che è ormai diventata un infanzia virtuale con tutti i rischi che essa comporta, non ultima la “demenza digitale “di cui già si discute nelle Università americane.
In ogni caso questo è l’elenco dei corsi attivati negli anni passati. Se qualche tema desta il vostro interesse è possibile attivarli con un numero minimo di 10 persone. Costo da definire.

La formazione è a cura di Mariella Zeliani – Pedagogista

Conversazione con gli autori…

Conversazione con gli autori…

Conversare con gli autori è sempre un gioco stimolante. Ogni scrittore ha un linguaggio caratteristico, che definisce il profilo dei…

Le tecniche narrative

Le tecniche narrative

La narrazione come cura dell’altro rappresenta da sempre una strategia “naturale” di accompagnamento alla comprensione e alla interpretazione del mondo.

L’osservazione nei contesti educativi

L’osservazione nei contesti educativi

Perché osservare? Ma soprattutto cosa e come osservare. Guidati da una significativa intenzionalità pedagogica, occorre capire quali e quanti vantaggi…

Il gioco forme e funzioni

Il gioco forme e funzioni

Pensando a quante volte la parola gioco torna nelle conversazioni e nelle riflessioni tra operatori e con i genitori sui…